Novità

360° Idealcar

LA REVISIONE PERIODICA OBBLIGATORIA

NUOVE DISPOSIZIONI E CHIARIMENTI

Viste le Direttive emanate dalla CE dalle quali prendono spunto quelle vigenti sul suolo italiano, il Decreto Dirigenziale del 18 maggio 2018 n. 211 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti detta le disposizioni operative legate alle nuove norme sulle revisioni dei veicoli previste dal Decreto Ministeriale n.214/2017 ed entrate in vigore il 20 maggio 2018.

Il decreto prevede una serie di indicazioni pratiche e scadenze precise. In particolare, a partire da questa data sarà rilasciato a officine e centri di revisione (come noi di Ideal Car) il certificato di revisione dell’Unione Europea, nel quale è riportata tutta una serie di informazioni dettagliate sul veicolo e che verrà poi consegnato a sua volta al proprietario dell’auto (nonchè cliente) al termine della revisione. Il nuovo certificato si configura come una sorta di “pagella” del veicolo con tutti i risultati dei test e delle prove effettuate, divise per sezioni ognuna delle quali avrà una votazione. Verrà inoltre espresso un giudizio relativo ai punti critici – lievi, gravi o pericolosi – a cui l’automobilista dovrà porre rimedio prima della successiva revisione. Ad ogni revisione dovranno dunque essere registrati i chilometri percorsi dal veicolo, che saranno di pubblica consultazione. Questo dovrebbe evitare le frequenti “manipolazioni” del contachilometri per ringiovanire le auto e rivenderle nel mercato dell’usato: c’è qualcuno evidentemente che si diverte ancora a giocare con questi meccanismi di vendita! Non cambia invece la cadenza delle revisioni, da svolgere 4 anni dopo la prima immatricolazione e successivamente ogni 2 anni. Previsto un inasprimento dei controlli: coloro che verranno scoperti senza essere in regola con la revisione andranno incontro ad una sanzione che potrà oscillare tra i 169 e i 680 euro.

Più nello specifico, il decreto prevede:
– il graduale allineamento delle revisioni dei rimorchi fino a 3,5 ton (categoria O1 e O2) alla scadenza dei quattro anni dopo la prima immatricolazione e poi ogni due anni, secondo un calendario disposto dal decreto stesso;
– il tagliando di revisione deve riportare anche la data del successivo controllo;
– per trattori agricoli (categorie T1b, T2b, T3b, T4b e T5), utilizzati in prevalenza su strade pubbliche e con velocità massima > a 40 Km/h, è stabilita la cadenza quadriennale/biennale delle revisioni.
– il rinvio al 31 marzo 2019 dell’emissione del certificato di revisione per adeguare le procedure informatiche necessarie alla produzione e alla stampa di questo documento;
– per i nuovi ispettori il Ministero sta definendo un nuovo provvedimento che prevede la creazione di un organismo di supervisione dei Centri di controllo privati.

A noi di Ideal Car piace precisare che, effettuare la revisione periodica alla propria auto, oltre ad essere uno step obbligatorio dettato dal Ministero appunto, diventa un momento di controllo generale dello stato di salute della stessa.

Il nostro Centro Revisioni lavora anche su appuntamento e quando è richiesto dal cliente, effettuiamo il servizio di presa/consegna a domicilio. Inserendo nel nostro sistema di database i tuoi dati e quelli della tua vettura, ti invieremo per tempo la lettera e un sms di richiamo della revisione: in questo modo non potrai dimenticartene!

Per info/appuntamenti:
📞 0365.373020
📩 Clicca e compila il format

Back to top